Author Archives: Elena Ercolani

Smart working per te, il tuo capo o i tuoi colleghi? Ecco come organizzare una postazione di lavoro produttiva e in armonia con l’abitazione.

Se sei un’impiegata o una segretaria questo post è il più importante che troverai oggi sul web: in questa pagina scopri infatti come realizzare una postazione di lavoro perfetta tra le tue mura domestiche.

Al professionista in cerca di una scrivania per smartworking ideale per le sue esigenze e la sua abitazione consiglio di leggere quest’altro post.

Se invece sei un imprenditore e vuoi essere produttivo ed efficiente anche da casa, evitando così che la curva dei profitti della tua azienda precipiti, raccomando di seguire i consigli per lavorare sempre al meglio con la giusta postazione da QUI.

 

Sei un’impiegata o una segretaria? Ecco cosa ti serve per ottenere la postazione perfetta per uno smart working efficiente e profittevole:

  1. L’ ambiente adeguato: luce, spazio e silenzio.
  2. La giusta scrivania: dimensioni proporzionali allo spazio, design in linea con lo stile della tua casa, tecnologia per aumentare il benessere, accessori per garantirti un lavoro agile.
  3. L’archiviazione razionale: un piccolo mobile per i documenti cartacei (se non hai necessità di un archivio è sufficiente una mini cassettiera).
  4. La poltrona ergonomica:  una seduta progettata per lavorare nella giusta posizione e scampare così da mal di schiena e cervicale, spesso causati da posture scorrette.
  5. L’illuminazione adeguata: la luce naturale è sempre preferibile; in alternativa serve una buona illuminazione artificiale
  6. Positività: sfrutta tutte le opportunità dello smart working per lavorare produttivamente come in ufficio e migliorare la qualità della tua vita.

 

Smart working + famiglia

Oggi, la necessità di allestire un piccolo ufficio casalingo per te, per un tuo collega o, nell’eventualità, per il tuo capo, potrebbe e dovrebbe essere vissuta come un’occasione d’oro per aumentare la produttività e migliorare la qualità della vita lavorativa. 

 

Parlo per esperienza diretta: anche per me l’improvviso aumento dello smart working si è rivelato, con il passare dei mesi, un’ ottima occasione. All’inizio, ovviamente, l’ho vissuto più come una sfida e ho rischiato, come ogni buon imprenditore, senza abbattermi di fronte all’improvvisa crisi che ha colpito diversi settori produttivi. Non ho mai pensato “Non avrò più uffici da arredare, chiudo l’azienda!”, al contrario, ho cercato di trovare il modo per aiutare tutte quelle persone che stavano vivendo un improvviso e, per molti punti di vista, travolgente cambiamento, pensando e progettando per loro delle postazioni di lavoro confortevoli, efficienti, adatte alle diverse esigenze, in armonia con lo stile della loro casa e con l’atmosfera familiare.

 

Non è scontato ma, ad oggi, posso garantirti che, con lo smart working, avrai la possibilità di godere dei vantaggi di lavorare da casa a patto che la tua postazione sia organizzata in modo razionale ed efficiente; appoggiarti al primo tavolo che trovi libero in casa non sarà sufficiente per riuscire a mantenere alti livelli di produttività nel tempo. Questo significa che una strumentazione tecnologica efficiente e un arredo confortevole e adeguato a un ambiente domestico sono imprescindibili.

 

 

Una precisazione importante prima di iniziare a ragionare con te sulle scelte pratiche da fare: se lavori da casa 5 giorni alla settimana avrai delle esigenze diverse rispetto a chi, magari, è in smart working saltuariamente, uno o due giorni alla settimana.

 

Quest’ultimi, ad esempio, potrebbero optare per una postazione mobile: una scrivania pieghevole che, una volta chiusa, occupi lo spazio di un asse da stiro ha il vantaggio di poter essere posizionata in varie parti della casa, anche in una veranda o in giardino nella bella stagione per gli amanti dell’aria aperta: una scrivania di questo tipo può anche diventare, all’occorrenza, un tavolo da appoggio utile e pratico.

 

Per coloro che, al contrario, trascorrono la maggior parte del tempo in smart working è invece necessaria una postazione di lavoro fissa, che comunque, pur costringendoci a rinunciare a un pochino di spazio in  casa nostra, è sicuramente più comoda e confortevole di una postazione mobile; inoltre, grazie agli accessori di cui la si può equipaggiare, essa renderà il lavoro davvero molto più agevole.

 

A chi fosse preoccupata di piazzare in casa propria un intero arredo per ufficio snaturando così la propria abitazione, dico questo: il giorno in cui tornerai in ufficio, il tuo angolo di lavoro rimarrà un inestimabile valore aggiunto per la tua casa perché avrai comunque guadagnato uno spazio lettura/studio (di design!) adatto a tutta la famiglia o, comunque, un angolo dove consultare il pc o lo smartphone.

 

Il giusto ambiente

Individua lo spazio più adeguato all’interno del tuo appartamento o della tua casa. Come ho detto poco sopra, dovendo lavorare in smart working solo qualche giorno alla settimana, puoi anche considerare una scrivania richiudibile e potrai anche dar sfogo alla tua creatività dotandola di tutto il necessario e posizionandola di volta in volta in ambienti differenti, alternando varie zone della casa a seconda dell’umore o del periodo dell’anno. Ti consiglio di fare questa scelta però solo se hai una vita tranquilla e ti piace spostare mobili e creare nuovi spazi. Altrimenti non complicarti la vita: scegli il posto migliore e rendilo definitivo anche se a fine giornata lavorativa riponi la scrivania dietro l’armadio. 

 

Possibilmente, scegli la stanza più isolata dai rumori a tua disposizione, scarta quelle che affacciano su strade trafficate perché, in genere, sono troppo  poco confortevoli e, in questi casi, aprire le finestre più volte al giorno per ossigenare l’aria, come spesso suggeriamo, peggiora solo la situazione. Studia il tuo spazio e cerca di ottenere il massimo da quello che hai, pensa, eventualmente, a sacrificare qualcosa per rendere la postazione più confortevole. Lavorare al meglio e senza stress ti ripagherà delle scelte forzate.

 

La giusta scrivania

Metro alla mano prendi le misure che ti serviranno per decidere lunghezza e larghezza della scrivania. Tieni conto della libertà di movimento attorno al piano e considera quanto spazio ti serve per lavorare comodamente. Se in ufficio ti trovavi bene con la scrivania che avevi a disposizione ti sconsiglio di acquistarne una con un maggior ingombro, un piano di lavoro inutilizzato all’interno di un appartamento non ha senso, inoltre un mobile eccessivamente grande risulterebbe solo fuori luogo, assolutamente stonato. 

 

Due esempi per aiutarti nella scelta:

  1. Se stai pensando di utilizzare il soggiorno o un ingresso spazioso, quindi ambienti di passaggio visibili a tutti coloro che transitano per la casa, ti consiglio una scrivania dalle dimensioni ridotte, con una forma elegante e linee pulite, in modo da impreziosire anche un piccolo angolo spoglio rispetto al resto della casa, senza “mortificare” l’ambiente con una scrivania nata per l’ufficio. Ad esempio, Scrivany  è stata progettata dal team Linekit proprio per entrare in casa tua in punta di piedi, con eleganza e leggerezza: le gambe in legno massello di faggio e il top in finitura cemento la rendono un pezzo d’arredo perfetto, qualunque sia il tuo stile. Inoltre gli accessori per rendere il lavoro più smart e la tecnologia integrata ne fanno una perfetta compagna di lavoro.
  2. Se pensi che acquistare mantenendo il focus alla tua salute sia un buon investimento, Happydesk  è la scrivania che ti permette di lavorare anche stando in piedi ogni volta che ne senti il bisogno senza nemmeno dover abbandonare il lavoro o perdere la concentrazione.  Con un semplice gesto, la scrivania si alza e si ferma all’altezza che desideri tu. Il meglio della tecnologia Linekit per garantirti ore di lavoro fruttuose mantenendo la schiena in salute e facendo lavorare al meglio il tuo apparato cardio-circolatorio. Inoltre, la dimensione del piano di lavoro di Happydesk è adeguato a un ambiente domestico e la moderna finitura cemento potrebbe adattarsi perfettamente allo stile della tua casa.

 

L’archiviazione razionale

in smart working non dovrai gestire una quantità di documenti come in ufficio. Questo non toglie che un po’ di cartaceo lo possa avere, di conseguenza avrai il bisogno di archiviarlo per brevi periodi. Per questo, l’ideale è un piccolo mobiletto o una scrivania con archiviazione integrata come la comodissima Smartdesk per avere sempre tutto in ordine e  non rischiare di appoggiare documenti in giro per la casa che, ti assicuro, a volte fanno perdere molto tempo per essere ritrovati. Nel caso il tuo lavoro preveda solo l’uso di un pc, sarà sufficiente una scrivania con un’alzata o una piccola cassettiera.

smart-desk

La sedia ergonomica

Qualunque sia il posto in cui lavori siediti nella giusta posizione grazie a una struttura adatta: una poltrona ergonomica.

 

E ‘importante alzarsi spesso per dare beneficio all’apparato muscolo-scheletrico e a quello circolatorio ma è altrettanto importante stare seduti nella giusta posizione quando si è seduti: se usi la sedia della cucina ti ritroverai ben presto incassata, con la schiena e ricurva con il collo piegato in avanti. Braccia e gambe dovrebbero essere appoggiate a disegnare un angolo di 90°: questo è possibile però solo se la poltrona è dotata di regolazioni della seduta e dei braccioli che dovranno essere modificaea in base alla tua altezza. Iride (link) è la sedia per ufficio e smart working che ha tutte le caratteristiche per garantirti benessere e comfort!

 

sedute

 

L’illuminazione

La luce migliore per lavorare è sempre quella naturale; se l’esposizione della stanza non garantisce una buona illuminazione o nelle buie giornate invernali, occorre ricorrere alla luce artificiale. Deve provenire dall’alto ed essere distribuita in modo omogeneo nell’intera stanza, un’altra luce sul piano di lavoro ed il gioco è fatto! Evita di affaticarti la vista con luci troppo fredde, come quelle che spesso vengono scelte negli uffici, opta per lampadine con luce neutra o calda ( di solito 3500-4000 k). Fai diverse pause se usi il pc e cambia spesso l’aria quando il riscaldamento è acceso per assicurarti così la giusta umidità in modo da non far seccare gli occhi.

 

 

La positività è la formula vincente

Quello che vuoi è quello che otterrai. Un atteggiamento positivo è l’asso nella manica per raggiungere il massimo dallo smart working che ci è stato più o meno imposto. Molto dipende da te: se fai le scelte giuste, se ci credi e se lo vivi come un’occasione per migliorare la tua professionalità, la tua vita e quella della tua famiglia sarà sicuramente un successo. 

 

Non aspettare, contattaci! Abbiamo pensato al miglior arredo smart working per la tua casa prima ancora che tu ne avessi bisogno.

Happydesk è la scrivania elettrica che eleva il benessere e la produttività per la felicità di ogni smart worker: con happydesk crei la miglior postazione per lavorare comodamente e in modo produttivo anche da casa.

 

 

Lo smart working è un’opportunità per un “upgrade” della tua vita privata e professionale ma solo se fai le scelte giuste e ti doti delle attrezzature migliori. In questo post tratteremo della migliore scrivania sul mercato per lavorare concentrata e comoda da casa. Happydesk è la scrivania che ti permette di fare tutto ciò che facevi in ufficio al meglio, mentre si prende cura della tua salute. Grazie alla tecnologia Linekit, con Happydesk puoi lavorare con il massimo dell’attenzione anche per molte ore di fila: ti basta un semplice gesto e il piano di lavoro si porta all’altezza giusta per permetterti di alzarti in piedi e continuare a scrivere, a usare il pc o a prendere appunti mentre parli al telefono. E’ necessario alzarsi almeno ogni due ore e rimanere nella posizione eretta non meno di 15 minuti per beneficiare del cambio di postura, in questo modo concedi sollievo al sistema circolatorio e muscolo scheletrico mentre continui la tua attività. Lavorare senza più l’affaticamento e l’indolenzimento, conseguenze inevitabili del troppo tempo passato seduti, ora è possibile. 

happydesk-la-scrivania-elevabile-elettricamente-per-il-benessere-di-chi-lavora-da-casa

 

Happydesk 140 x 61, altezza regolabile da 65 cm a 125 cm (come previsto dalle norme europee per le scrivania SIT-STAND)

 

6 buoni motivi per acquistare Happydesk:

Benessere sul lavoro: anche quando lavori da casa la tua salute e il tuo benessere devono essere al primo posto. Più comfort significa più produttività in minor tempo.

 

Forma e dimensioni adatte alla tua casa: non un mobile in più per affollare gli ambienti già molto spesso ridotti delle abitazioni in cui viviamo, ma l’occasione di  fare spazio a un alleato capace di ricreare la giusta atmosfera per  lavorare concentrati come in ufficio, con delle misure studiate apposta per essere funzionali senza essere ingombranti.

 

Design ed eleganza: un design italiano elegante e discreto capace di valorizzare lo stile di qualsiasi ambiente. Le linee eleganti, la forma leggera, la finitura in cemento impreziosiscono qualsiasi stanza. Happydesk sarà il tocco di classe che mancava in tutti quegli spazi anonimi, delle nostre case, che magari non avevamo ancora deciso come arredare.

 

La garanzia di qualità: con Happydesk hai il valore di un prodotto dal design italiano e dalla tecnologia tedesca. 50.000 movimenti senza nessuna manutenzione.

 

Un montaggio alla portata di tutti: happydesk si monta in modo davvero semplice, non avrai bisogno di nessun montatore o di chiamare aiuto di parenti e amici perché hai deciso di fare da solo e ora ti ritrovi con i pezzi smontati in mezzo al salotto e non sai dove mettere le mani.

 

La più avanzata tecnologia per garantire un funzionamento senza problemi: un sistema di alzata che ti garantisce un funzionamento pratico e veloce. Con un semplice gesto il piano di lavoro sarà all’altezza giusta per lavorare in piedi parte della tua giornata.

 

Prima benessere e salute

Chi svolge un lavoro sedentario sa come ci si sente dopo sessioni di 4-5 ore passati sulla propria sedia. Alzarsi in piedi a intervalli regolari è una sana abitudine, una vera e propria rivoluzione dell’idea di benessere sul luogo di lavoro, anche oggi che il tuo lavoro lo svolgi da casa. Ma alzarsi per passare alcuni minuti in piedi non è una pratica così diffusa come potrebbe pensare chi non trascorre parte della sua giornata seduto a una scrivania. Infatti non lo facciamo quasi mai, a volte perché non ci è permesso, a volte perché abbiamo il timore che comunque venga giudicato come un gesto di pigrizia, ma succede più spesso che siamo noi a non volerci alzare perché non vogliamo interrompere quello che stiamo facendo; succede ogni volta che siamo concentrati e staccare per una breve pausa ci farebbe comunque perdere il filo e la giusta concentrazione. Chi vive il lavoro come un’assunzione di responsabilità si sente “a posto” solo se sa di aver messo un punto a quello che stava facendo, se arriva all’obiettivo che si era prefissato. Poi si concede una pausa per rilassare corpo e mente. Oggi le cose sono cambiate, Happydesk con un semplice gesto ti permette quel cambiamento di posizione che il tuo corpo necessita (pensa a quante volte glielo hai negato…), mentre tu continui a lavorare per raggiungere i tuoi obiettivi. 

Non dimenticarti mai che quando lavori con il massimo del comfort e ti senti bene la produttività migliora e guadagni tempo prezioso per te e per la tua famiglia.

 

La forma perfetta, le giuste dimensioni

Realizzare una postazione di lavoro fatta su  misura per le tue esigenze e per la tua casa è quello che vuoi raggiungere da quando la smartworking è diventato per te una nuovo modalità di lavoro, magari anche solo alcuni giorni alla settimana. La tua postazione di lavoro ideale dovrebbe permetterti  di avere tutto quello che ti serve a portata di mano, in uno spazio ristretto ma funzionale dotato di un piano che si alza e ti permette di lavorare in piedi. Considerato che lo spazio a disposizione in una casa spesso è davvero poco, ti dico che non serve una stanza per il tuo ufficio, se è ben organizzato, è sufficiente un angolo.

 

Altra cosa invece è la posizione rispetto ad un’apertura sull’esterno: ritengono sia molto importante, per lavorare con la giusta carica, che la postazione di lavoro sia vicino a una fonte di luce naturale. Se proprio questo non fosse possibile, la raccomandazione che mi sento di darti è di scegliere la luce artificiale con attenzione, per evitare di affaticare la vista e per cercare di ricreare quell’atmosfera calda e benefica che ci regala luce del sole. 

 

Il design

Sono dell’idea che se ti circondi di cose belle e di qualità, la tua vita sarà migliore. Ogni volta che è possibile investire qualche centinaio di euro in più per circondarci di oggetti di valore, che possono migliorare le nostre vite, dovremmo farlo. Ci sono altre situazioni in cui possiamo risparmiare, non di certo quando si tratta di salute e benessere. Abbiamo pensato a Happydesk come un oggetto di design perché diamo valore alla stile di ogni casa che la ospita e sappiamo che nessuno vuole mobili da ufficio nell’ambiente familiare. Di fronte ad Happydesk, i tuoi ospiti non penseranno che tu sia tra coloro che hanno dovuto allestire, malauguratamente, un ufficio in casa: ti diranno invece che è proprio bella quella scrivania per lavorare da casa! Happydesk ha infatti uno stile che non passa inosservato.  

 

Il semplicissimo montaggio di Happydesk

Happydesk può essere montata facilmente da tutti. Uno degli obiettivi che ci siamo posti in fase di progettazione è stato proprio  il montaggio rapido e facile. Ho voluto personalmente testare la scrivania appena uscita dalla produzione: ho chiesto cortesemente alla mia segretaria di provare a montarla, conoscendo la sua scarsa abilità nelle attività manuali… Volevo verificare che il montaggio fosse davvero semplice. Se ci è riuscita lei che di viti e bulloni proprio non se ne intende allora so che è davvero alla portata di tutti! Sono pronto a scommetterci un giorno da montatore nel caso qualcuno non ci riuscisse😀. Scegli Happydesk, risparmi il costo del montaggio e in pochi minuti hai la tua scrivania montata e pronta per diventare la miglior collaboratrice per le tue giornate proficue in smartworking. 

 

happydesk-la-scrivania-elevabile-elettricamente-per-il-benessere-di-chi-lavora-da-casa

La tecnologia al servizio del benessere

Linekit produce i suoi mobili per ufficio utilizzando le più avanzate tecnologie grazie alle quali garantisce la qualità dei suoi prodotti.

 

Happydesk si avvale dell’esperienza nella progettazione dei nostri designer e della tecnologia Linekit per garantire la qualità dei materiali e degli accessori integrati nei prodotti. Il sistema per alzare il piano di lavoro può essere azionato spingendo semplicemente un pulsante. In un attimo tu sarai in piedi e tutto ciò che era sulla scrivania sarà all’altezza giusta per essere utilizzato senza dover spostare nemmeno una penna. L’uso frequente non pregiudicherà il funzionamento dell’alzata del piano perché il solido meccanismo made in Germany è stato progettato per resistere nel tempo

 

Non ti rimane che scegliere Happydesk come partner per il tuo smartworking. Sarà il passo decisivo per rivoluzionare il tuo modo di lavorare, non vorrai più tornare indietro.

 

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

In questo articolo scopri come arredare il nuovo ufficio del tuo capo: è un compito di responsabilità, ecco dunque come centrare l’obiettivo con la massima facilità e nei tempi previsti!

Questo articolo è stato scritto per la segretaria incaricata dal proprio datore di lavoro di provvedere all’arredamento dell’ufficio presidenziale. Se sei un professionista o un libero professionista sarà certamente più interessante per te leggere questo articolo che meglio si adatta alla tua specificità. L’imprenditore che, invece, si volesse occupare in prima persona dell’allestimento del proprio ufficio presidenziale sarà felice di scoprire come ottenere un risultato TOP consultando quest’altro articolo.

 

Ecco 7 utili consigli per organizzare, progettare e scegliere i giusti arredi per l’ufficio presidenziale senza essere un arredatore d’interni professionista.

1) Lo stile: l’abito non fa il monaco ma lo stile fa l’ufficio. Uno stile autorevole e distintivo fa apparire competente e professionale chiunque, ancor prima che lo abbia dimostrato con i propri successi.

2) L’ambiente: grande è meglio! Le dimensioni contano ma non bastano, l’ufficio presidenziale deve essere spazioso ma arredato con gusto e con la giusta quantità di mobili.

3) Gli accessori: il diavolo è nei dettagli! I complementi per rendere il lavoro del tuo capo più agile e l’ufficio più moderno non possono davvero mancare. 

4) L’illuminazione: un sapiente mix di luce solare e luce artificiale per scaldare l’ambiente anche nelle giornate nuvolose. La giusta illuminazione per non affaticare la vista e per evitare fastidiosi mal di testa.

5) Comfort e benessere: una poltrona ergonomica e una scrivania elettrica elevabile in altezza per mantenere una postura perfetta da seduti e per lavorare in piedi riattivando, con grande beneficio per la tua salute, il sistema circolatorio.

6) Il Branding: un ufficio presidenziale autorevole e moderno aumenta la forza del personal brand del boss.

7) Evitare le mosse sbagliate: zero errori, voto 10. Tutto quello che devi evitare per ottenere un risultato perfetto e la gratitudine del tuo capo.

 

Sei sicuramente una lavoratrice che affronta il lavoro che le viene assegnato con professionalità, zelo e dedizione, però, di fronte a questo incarico, diverso da quelli che svogli abitualmente, potresti scoprire di non essere così sicura come al solito nelle questioni dell’azienda. Con questi consigli, che mi sento di darti come specialista dell’arredo dell’ufficio, spero di esserti davvero utile.

 

Forse hai già cercato sui siti specializzati le risposte alle domande più comuni che probabilmente ti stai già facendo, tra cui…

  • Qual è il colore più adatto per le pareti?
  • Il materiale più resistente e raffinato per gli arredi?
  • Quale scrivania aumenta l’autorevolezza del mio capo e nello stesso tempo rende il suo lavoro più efficiente ?
  • Quali mobili oltre la scrivania sono necessari e dove disporli?

 

O, magari, hai chiesto a un’amica che lavora nel settore dell’arredo qualche consiglio veloce, cercando di non farla sembrare una richiesta di consulenza gratuita.

Insomma, ci può stare che vuoi essere sicura di fare un ottimo lavoro ma che alcuni dubbi che ti assillano, pochi o molti che siano, possano anche mettere un po’ d’ansia da prestazione.

Vediamo quanti ne riusciamo a chiarire con questo articolo.

 

1) Lo stile

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Iniziamo subito con la scelta che sarà la più caratterizzante e impattante per l’immagine dell’ufficio del presidente e, di conseguenza, dell’intera azienda: lo stile.

Finiture, linee, forme sono scelte personali, come quelle di un vestito nuovo. Qui il consiglio che mi sento di darti, soprattutto per l’esperienza che ho accumulato in tanti anni tra uffici di ogni sorta, è di non eccedere mai, qualunque sia lo stile che il tuo capo predilige. Se pensi che sia meglio circondarsi di linee pulite, eleganti e sinuose con il legno a far da protagonista oppure se prediligi forme moderne con il metallo e le trasparenze del cristallo, sappi che sono entrambe ottime scelte! Ciò a cui devi puntare è un ambiente armonioso: buon gusto, lusso con discrezione.

Ho visto professionisti dell’arredamento professionale che, pensando di creare un ambiente cool, hanno trasformato dei gran bei uffici in luoghi davvero pacchiani. Ricordo l’ufficio di un imprenditore con un animale imbalsamato dietro la scrivania, un altro con giganti maschere africane…

 

2) L’ambiente

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Il luogo che si ha a disposizione determinerà il numero degli arredi e le loro dimensioni. Anche se l’ambiente è grande, come la maggior parte degli uffici presidenziali, ti consiglio di non eccedere con il numero dei mobili; l’ufficio del presidente è la mente dell’azienda, il luogo dove si prendono le decisioni più importanti: investimenti, tagli, riconversioni aziendali o ristrutturazioni e si intrattengono le relazioni decisive per il futuro di tutti, dall’imprenditore agli operai. Quindi molti mobili o numerosi oggetti non gioveranno all’immagine di un “ufficio di comando”: ricorda che la confusione e l’eccesso non fanno mai una bella impressione.

 

3) Accessori e complementi d’arredo

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Ci sono diversi accessori e alcuni complementi d’arredo che possono rendere il lavoro più agile e meno stressante. La tecnologia abbinata al design permette soluzioni innovative ed efficienti: tutto a portata di mano. Le prese usb integrate al piano di lavoro, il braccio porta monitor, la vertebra di elettrificazione, il tappo passacavi, il porta cpu su ruote o sospeso, il top access, il  kit di elettrificazione, la cassettiera con serratura. Anche piccole migliorie nell’organizzazione, in una lunga giornata di lavoro, contribuiscono ad ottimizzare i tempi quindi ad aumentare la produttività. La possibilità di semplificare le azioni e le routine così da alleggerire la gestione dei diversi impegni, ti assicuro che avrà un effetto assolutamente positivo sull’umore del tuo capo e di conseguenza anche sul tuo. Godrai tutti i benefici di una nuova serenità😀. 

 

4) L’illuminazione

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Anche la sorgente luminosa artificiale dovrà essere curata con attenzione: lo scopo è ottenere la giusta illuminazione nei momenti bui o nel caso in cui l’ambiente non riceva sufficiente luce solare nelle ore diurne. La giusta illuminazione evita abbagliamento e scarsa luminosità. La quantità di luce necessaria nell’aria di lavoro sarà maggiore rispetto alla sfondo dell’ufficio.

Se non vuoi rovinare la vista al tuo capo o se non vuoi fargli venire fastidiosi mal di testa in seguito all’abbagliamento riflesso dal video del computer dovrai fare molta attenzione a schermare gli eccessi diretti di luce sia esterna che interna. Quando è possibile, utilizza al massimo delle possibilità la luce solare: è una fonte naturale di benessere psico-fisico anche in ufficio!

 

5) Comfort e benessere

Il comfort e il benessere di tutti coloro che lavorano in un’azienda o in un ufficio sono un diritto su cui non dobbiamo più confrontarci: basti ricordare che non è solo questione di attenzione e sensibilità ma di produttività e di crescita del fatturato. Sicuramente il tuo capo non farà obiezioni al miglioramento del suo posto di comando, quindi opta per il meglio disponibile sul mercato. Tuttavia, se hai un capo “old stile”, che ha fatto anni di sacrifici prima di arrivare ad avere un’azienda affermata e che di fronte a certe innovazioni si mostra più restio, il tuo compito sarà più arduo, ma sono sicura che troverai le parole giuste per convincerlo 😉 .

 

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Partiamo dalla sedia: ovviamente deve essere ergonomica, ma ATTENZIONE a questa parola spesso abusata non sempre corrisponde un comfort reale che è invece necessario per le tante ore che si passano seduti. Accertati che abbia le caratteristiche che cerchi; l’altezza della seduta, la distanza del bracciolo e l’inclinazione dello schienale devono poter essere regolati in base all’altezza di chi la utilizza (qui puoi farti alcune idee precise)  . Il tessuto deve essere traspirante per evitare che, nei mesi più afosi, l’unica alternativa a una schiena bagnata sia l’aria condizionata a temperature polari. La fabbricazione certificata da un’azienda italiana che garantisca la caratteristiche dell’ergonomicità è un altro elemento da verificare.

 

Dopo aver trovato la poltrona perfetta dovrai pensare alla scrivania. Se il tuo obiettivo è il comfort e la salute del tuo capo allora non ti posso che consigliare questa scrivania elevabile in altezza (uno dei nostri pezzi forti, la scrivania del futuro). Per alzarsi e lavorare in piedi schiacciando semplicemente un bottone, il tuo capo scoprirà quanto è benefico per la sua schiena alzarsi e lavorare in piedi a intervalli regolari. 

 

6) Il branding

arredamento-ufficio-direzionale-moderno

 

Tutto concorre alla creazione di un brand, anche la sede dell’azienda e gli uffici che ricevono clienti e ospiti. Va da sé che l’ufficio del capo è quello su cui tutti si fanno le maggiori aspettative. Entrando ci si aspetta qualcosa in più rispetto agli altri ambienti: i segni dello stile e dell’autorevolezza e le innovazioni tecnologiche. Ci sentiremmo perplessi entrando nell’ufficio presidenziale, trovandoci di fronte un ambiente anonimo e ordinario. L’ufficio del capo è una sorta di simbolo che deve comunicare, oltre alla professionalità, la forza del suo personal brand e il messaggio che la vostra azienda vuole trasmettere con il suo prodotto. Stile, arredo e tecnologia per essere in linea con la mission dell’azienda.

 

7) Le mosse sbagliate: ecco cosa non fare per nessun motivo!

  1. Non sottovalutare l’importanza dell’arredo dell’ufficio presidenziale per il potenziamento del brand dell’azienda. Comunica quello che è il tuo capo e il valore di ciò che la sua azienda produce anche attraverso lo stile del suo ufficio.
  2. Non acquistare mobili economici anche se apparentemente piacevoli alla vista: in poco tempo si tolgono la maschera e rivelano la scarsa qualità con cui sono stati prodotti; rischi una pessima immagine con chiunque entri nell’ufficio, perfino con il fattorino…
  3. Non acquistare pezzi di arredo qua e là senza avere un’idea dell’ambiente che vuoi ottenere: l’unico risultato che porteresti a casa è un’accozzaglia senza personalità.
  4.  Acquista on-line solo se c’è la possibilità di confrontarsi direttamente con un consulente prima dell’acquisto, di fare un cambio o di modificare qualcosa nell’ordine in modo immediato. Verifica, inoltre, che si possano ottenere risposte immediate dal venditore. Dall’altra parte del computer ci deve essere una persona che ti ascolta e ti aiuta a non commettere errori!
  5. Non concentrarti esclusivamente sul fattore estetico: pensa, invece, ai problemi che protesti risolvere con nuovo ufficio efficiente e completo di tutti gli accessori per semplificare il duro lavoro del capo.

 

Conclusioni

Ogni buon progetto di arredo per ufficio può essere migliorato grazie ad una personalizzazione che risponde alle reali esigenze di ogni cliente.

Linekit ti consiglia gratuitamente e ti aspetta per mostrarti i prodotti più innovativi a livello di progettazione e tecnologia.

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

Ecco come realizzare perfette postazioni di lavoro per ufficio nell’ambiente open space della tua azienda, risparmiando al tuo capo la parcella dell’architetto.

 

Questo articolo è stato scritto per la segretaria incaricata dal proprio datore di lavoro di provvedere all’arredamento di uno spazio open space. Se sei un professionista sarà più interessante per te leggere questo articolo che meglio si adatta alla tua specificità. L’imprenditore, invece, che si volesse occupare della questione in prima persona sarà felice di scoprire come ottenere un risultato di alto livello consultando quest’altro articolo.

 

Per sfruttare al meglio tutte le potenzialità di un arredamento open space e soprattutto prevenire i problemi di scelte sbagliate segui questi semplici passaggi:

  1. Aumenta il benessere (scopri i pannelli divisori/schermi fonoassorbenti)
  2. Mantieni organizzato il lavoro a beneficio di tutto il team (sfrutta al 100% sistemi di archiviazione)
  3. Potenzia la concentrazione dei tuoi collaboratori (pareti divisorie: non muraglie cinesi)
  4. Agevola il buon umore in ufficio (ricordati che le boccacce vengono meglio se adotti pareti divisorie in vetro)
  5. Ci sono alcuni errori tipici da evitare

 

Open space: maggior cooperazione e collaborazione

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

Avere a disposizione un ufficio open space è sicuramente un’ottima cosa sia per l’immagine della tua azienda che comunicherà, così, modernità e innovazione, che per i lavoratori che beneficeranno di un ambiente spazioso, ideale per un team affiatato e creativo.

 

Come tutte le cose belle, però, anche l’ufficio open space ha il risvolto della medaglia, ma non ti preoccupare,  niente che non si possa superare con la tua attenta professionalità unita alla nostra esperienza nel settore dell’arredamento per spazi open space.

 

Gli uffici open space moderni sono spazi che richiamano alla nostra mente la libertà dei luoghi aperti; tutti vorremmo lavorare sentendoci meno oppressi dall’ambiente che ci circonda, anche i tuoi colleghi.

 

L’organizzazione del lavoro che si avvale di postazioni ufficio open space nasce negli Stati Uniti, sono sempre stati degli innovatori non c’è che dire… In un primo momento l’utilizzo di un grande spazio aperto aveva l’unico obiettivo di aumentare la produttività dei dipendenti e abbassare i costi, poi è diventato l’emblema del lavoro che guardava per prima cosa al fattore umano: il lavoro diventa così una questione sociale.

 

Tornando a noi, vediamo come arredare un ufficio open space: molte aziende oggi scelgono di progettare un ufficio open space, consapevoli dell’immagine moderna che comunicheranno e dei diversi benefici che conseguiranno da una tale organizzazione.

 

Anche la tua azienda otterrà maggior cooperazione e collaborazione fra i dipendenti, migliori relazioni interpersonali, aumento della creatività grazie allo stimolo del confronto continuo e diretto, immediatezza nel passaggio di informazioni.

 

Il fattore umano è una delle variabili che maggiormente incide sulla produttività e progettando un ufficio open space con tutte le caratteristiche necessarie potrai incidere positivamente sul futuro della tua azienda.

 

Inoltre, scegliendo un ufficio open space oltre al fattore organizzativo il tuo capo risparmierà spazio, risorse e materiali.

 

Vediamo ora quali potrebbero essere i limiti  in postazioni ufficio open space e come superarli con le soluzioni che Linekit ti propone.

 

Potrai così realizzare il miglior ufficio open space moderno, con la soddisfazione dei tuoi colleghi e la gratitudine del tuo capo e… magari con un bonus maggiore a fine anno per te.

 

Pannelli divisori/schermi fonoassorbenti

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

Alcuni lavoratori non amano gli ambiente open space e si lamentano della mancanza di privacy, sembra che siano soprattutto le donne quelle che mal sopportano di essere sempre sotto gli occhi dei colleghi e delle colleghe. Se hai dei dubbi sull’efficacia di postazioni ufficio open space e non sei sicura che possa essere la soluzione ideale da proporre al tuo capo o gliela vuoi sconsigliare…sappi che al termine dell’articolo cambierai idea e non sarò io a convincerti ma la trentennale esperienza del team Linekit nel campo dell’arredo ufficio.

 

Per prima cosa considera che le persone critiche di solito sono coloro che temono il  cambiamento, nessuno di noi è escluso da questa “paura”, è difficile cambiare abitudini e il timore di farlo spesso ci limita, anche sul lavoro.

 

Lavorare insieme ad altri, ovviamente nelle giuste condizioni e con tutti i comfort, è sempre preferibile, infatti passare parte della nostra vita lavorativa da soli nel nostro ufficio ci porta a perdere di vista l’altro, ci irrigidisce sulle nostre routine ed è più facile che si automatizzino “brutte abitudini”.

 

Lo so che condividere uno spazio è impegnativo perché dobbiamo considerare le altre persone e quindi rispettarle, però questa condivisione, seppur impegnativa, fidati che può insegnare tanto e rendere migliori tu e i tuoi colleghi.

 

L’uomo non ha mai vissuto in solitudine perché allora ricrearla sul posto di lavoro?

 

L’ufficio open space è una comunità che condivide organizzazione, interessi e consuetudini con l’obiettivo di aumentare la produttività dell’azienda; il risultato del gruppo supera sempre la somma delle singole persone.

 

I pannelli divisori o screen per scrivanie rappresentano la soluzione alla necessità di privacy di quei lavoratori che svolgono al meglio il loro lavoro se protetti dallo sguardo degli altri, sguardo che non è sempre solo un fastidio ma a volte costituisce anche motivo di distrazione.

 

Con i pannelli divisori per uffici open space puoi ottenere “capra e cavoli”: un ambiente creativo e produttivo ma che permette a chi lo desidera una necessaria privacy. Potrai soddisfare tutti i tuoi colleghi, anche quelli più esigenti.

 

Hai la soluzione sottomano: dotare le scrivanie open space di uno screen che circoscrive lo spazio del singolo lavoratore senza isolarlo tra quattro mura.

 

Altra questione che può annullare i benefici di uno spazio open space è il rumore. La questione rumore deve essere assolutamente risolta se non vuoi creare scontento e malumore nell’ufficio. L’acustica di alcuni ambienti amplifica i rumori in quanto alcuni oggetti e i muri fanno rimbalzare voci e rumori creando un vero inferno acustico. Alcuni ovviano a tale problema con l’utilizzo di cuffiette quando si deve parlare al telefono.

 

Certamente può essere una soluzione ma sicuramente non sufficiente e non esaustiva. I pannelli per scrivania fonoassorbenti “catturano” voci e rumori senza farli rimbalzare nell’ambiente. Un ufficio meno rumoroso migliorerà la concentrazione e l’efficienza dei tuoi dipendenti.

 

Per quanto riguarda la posizione delle scrivanie open space ci sono diverse soluzioni che migliorano i disagi provocati da mancanza di privacy e rumore. Per esempio posizionarle ad isola utilizzando un pannello divisorio fonoassorbente che garantisce una certa privacy mentre tiene uniti gli elementi di un piccolo team e attutisce tutti i rumori e le voci che corrono in un ufficio.

 

Sistemi di archiviazione

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

Un’archiviazione perfetta è il segreto dell’efficienza di ogni ufficio; uno spazio open space, grazie ai mobili per l’archiviazione, permette di avere a portata di mano tutti i documenti archiviati recentemente e non. Librerie, armadi e mobili contenitori utili anche per gli oggetti dei dipendenti completano l’arredamento di un ufficio open space garantendo l’ordine fisico ma anche quello mentale di tutti coloro che condividono quello spazio. Non ti capiterà più di perderà la pazienza perché non trovi una pratica se completerai il tuo arredo ufficio con un sistema di archiviazione razionale adatto alle tue esigenze.

 

Pareti divisorie

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

Ho affermato fino ad ora i lati positivi di un ambiente open space e della filosofia del lavorare  tutti insieme, però la tua azienda potrebbe avere, in un futuro vicino o lontano, la necessità improvvisa di separare una parte dell’ufficio dal resto. Abbiamo una soluzione anche per questa evenienza grazie alle pareti divisorie mobili. Uno spazio dell’open space diventerebbe un’area privata per il tempo o il periodo che si ritiene necessario. Non essendo opere murarie possono essere smontate velocemente nel momento in cui si decide di non utilizzarle più o di spostarle in un altro ambiente.

 

Pareti divisorie trasparenti

lazienda-ha-optato-per-lopen-space-occhio-a-questo

 

Se proprio non ritieni la soluzione open space adeguata alla tua azienda puoi comunque mantenere totalmente la luce e la profondità di un ambiente unico utilizzando le pareti divisorie trasparenti. Questo è il compromesso che accontenta il partito della privacy, che a volte, scherzi a parte è una necessità oppure può essere la soluzione nelle aziende o negli studi professionali in cui è necessario avere uffici per incontri con clienti senza creare bui cunicoli.

 

Cose da evitare

Cerca di evitare di creare spazi angusti e scomodi. Scegli il giusto numero di mobili per l’archiviazione senza esagerare, in un ufficio open space l’equilibrio tra necessità e impatto visivo non deve mancare; un luogo stipato di mobili non fa mai una bella impressione a nessuno.

 

Un ufficio accogliente, luminoso e ben arredato sarà davvero un regalo per i tuoi dipendenti che potranno lavorare al meglio senza lo stress che un ambiente mal organizzato necessariamente causa a tutti coloro che ci lavorano.

 

Con Linekit puoi arredare il miglior open space per la tua azienda: abbiamo l’esperienza trentennale, la qualità dei prodotti e gli arredatori per scegliere insieme le soluzioni migliori.

 

Ed ora la ciliegina sulla torta…

 

La consulenza e il progetto per te che hai scelto la professionalità di Linekit sono assolutamente GRATUITI!

Contattaci! Saremo felici di aiutarti!

scrivania-ufficio-dirigenziale-arredo

Sei stata incaricata per il restyle dell’ufficio dirigenziale? In questo articolo scopri come scegliere la scrivania che meglio si adatti all’ufficio del tuo boss 😉. 

 

Questo articolo è stato scritto per la segretaria incaricata dal proprio datore di lavoro di provvedere all’arredamento di uno spazio open space, che desidera portare a termine la missione con successo. Se sei un professionista sarà più interessante per te leggere quest’altro articolo (che tratta il medesimo argomento ma scritto pensando alle tue peculiarità). L’imprenditore, invece, che si volesse occupare della questione in prima persona sarà felice di scoprire come ottenere un risultato perfetto con il suo nuovo ufficio in quest’altro articolo.

 

Quando ti trovi a doverti occupare della scelta della nuova scrivania per il tuo direttore o il tuo capo, ci sono 3 criteri fondamentali da utilizzare per portare a termine la missione con successo:

  1. Le dimensioni corrette della scrivania
  2. Il design e lo stile (scegli tra questi modelli)
  3. Affidabilità del fornitore relativamente ai materiali, i tempi di consegna e l’assistenza

Nelle prossime righe entreremo in merito a questi ed a molti altri punti da considerare per fare breccia nel cuore del nostro (amatissimo?) dirigente 😉

Come rendere felice il capo (con la nuova scrivania)

Scoprirai che non è difficile rendere felici e contenti il capo e le persone che hanno partecipato con impegno alla realizzazione di questo progetto e non credo di sbagliarmi se affermo che la maggior soddisfazione sarà la tua, che ti dedichi al tuo lavoro con passione, hai acquisito ottime capacità organizzative e sai sempre fare le scelte migliori.

 

Non sono complimenti per adulare una categoria ma per riconoscere il ruolo fondamentale che ogni segretaria o collaboratrice che affianca il gruppo dirigente, ricopre nell’asse amministrativo-organizzativo della sua azienda.

 

Torniamo al nostro ufficio dirigenziale o ufficio presidenziale, che chiamo qui, a volte in un modo a volte nell’altro solo perché mi riferisco a entrambi indistintamente. Comunque, dirigente o presidente che sia, nell’ufficio che stai immaginando ci saranno sicuramente un uomo o una donna seduti a una scrivania dirigenziale dal design autorevole e dalle finiture pregiate, intenti a espletare al meglio, ogni giorno, importanti funzioni, prendere decisioni a volte difficili o di grande responsabilità, ma anche gioire per un contratto firmato e per ogni un nuovo cliente.

 

Questo è la scena che devi visualizzare prima di qualsiasi azione. Sarà così più facile ottenere l’ufficio ideale per il tuo capo, che si aspetta da te, oltre alle competenze dimostrate in ogni occasione e all’impegno costante, una qualità, forse, più femminile: sapere quello che serve per ottenere un’organizzazione perfetta.

 

So già che il tuo lavoro non lo deluderà, perché hai deciso di seguirci e fare tuoi i nostri consigli usufruendo gratuitamente della nostra esperienza.

 

Prima di entrare nel vivo dell’argomento “scrivania ufficio direzionale” vediamo alcuni concetti che ti torneranno utili per operare la tua scelta. Mettiamoci subito al lavoro…

 

La scrivania direzionale

La protagonista di ogni ufficio è la scrivania, lo è a maggior ragione nell’ufficio del presidente. Le dimensione sono soggettive; il tuo capo può voler colpire i suoi clienti con una scrivania molto grande e autorevole oppure accentrare su di sé, sulla sua personalità affascinante, tutta l’attenzione degli altri. Questo lo sai meglio tu di chiunque altro.

 

Ci sono anche aspetti pratici che possono far ricadere la scelta su scrivania più grande piuttosto che su una dalle misure più contenute, come ad esempio il numero dei monitor che si utilizzano o la necessità di avere fascicoli a portata di mano per tutta una giornata.

 

Attenta! La qualità dei materiali scelti deve essere superiore alla media e il design deve richiamare l’eleganza e la raffinatezza delle linee.

 

La forma della scrivania che maggiormente viene acquistata per l’ufficio dirigenziale è quella rettangolare, ma oggi sono molto utilizzate anche le scrivanie direzionali angolari che ottimizzano lo spazio e permettono di avere un piano di lavoro diviso in due: zona monitor e piano di appoggio per lettura e scrittura.

 

Comunque la scelta della scrivania è la più importante, quella che assolutamente non devi sbagliare, al di là delle necessità pratiche e oggettive la scrivania direzionale deve contribuire a potenziare l’immagine del tuo capo sia in termini di affidabilità che di prestigio.

 

Attorno alla scrivania ci saranno ovviamente le sedute: chi lavora tante ore ha bisogno di una sedia di altissima qualità prima ancora che esteticamente in linea con il resto dell’arredo, mentre le sedute per gli ospiti devono richiamare un design importante e materiali di pregio senza tralasciare comunque la comodità che si deve percepire appena ci si siede. Mettere a proprio agio le persone, soprattutto quelle che devono ascoltarci e poi prendere decisioni a noi favorevoli, penso che sia l’abc della strategia di ogni dirigente.

 

Quale scrivania scegliere

Il modello di scrivania e il materiale li devi scegliere in base allo spazio a disposizione, ai complementi d’arredo, e allo stile del tuo capo che, simile al tuo o completamente diverso, conosci comunque perfettamente. Possono esserci altre variabili soggettive ad entrare in gioco nella scelta del modello o del materiale della scrivania presidenziale, quindi considera qualsiasi cosa riguardi l’attività lavorativa del tuo capo prima di scegliere un modello.

Ecco alcuni dei modelli tra cui potreste scegliere: proponili al boss per fare uno scatto di carriera assicurato 😎!

 

SCRIVANIA DIREZIONALE NAPEE: LIBERTA’ DI COMUNICARE

scrivania-ufficio-dirigenziale-arredo

E’ la giusta scrivania per un manager riflessivo, sognatore e visionario.

Napee ha un design minimal ed elegante, è ideale per un imprenditore giovane ed ambizioso che necessita anche di tutta quella funzionalità necessaria per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Le finiture e i materiali sono di pregio, per garantire quell’unicità che ci si aspetta entrando nell’ufficio del capo.

Scrivania direzionale NAPPE: lunghezza 180 cm o 200 cm x 90 cm di profondità.

Disponibile allungo laterale cm 90×60 posizionabile a destra o a sinistra e cassettiera su ruote con tre cassetti.

👉

 

SCRIVANIA DIREZIONALE TWIST: STILE ED AUTOREVOLEZZA

scrivania-ufficio-dirigenziale-arredo

E’ la giusta scrivania per arredare gli uffici d’immagine della tua azienda.

Twist è la scrivania direzionale più consigliata dagli architetti, il suo design moderno ed autorevole è perfetto per un presidente o un dirigente attento alla propria immagine e dal gusto raffinato. Il top in pregiato cristallo (spessore 10 mm) è la scelta di classe che puoi abbinare con gli altri arredi dell’ufficio creando affascinanti contrasti.

Scrivania direzionale TWIST: lunghezza 180 cm o 200 cm x 90 cm di profondità.

Twist può essere completata con cassettiera su ruote con 3 cassetti e allungo laterale posizionabile a destra o a sinistra.

E’ disponibile anche la versione con orgadesk.

Twist l’ufficio ideale per manager attenti all’immagine ed al Personal Branding.

👉

 

SCRIVANIA DIREZIONALE GIANO METAL: IL LEADER CARISMATICO

scrivania-ufficio-dirigenziale-arredo

E’ la “Porsche Carrera” di casa Linekit. In produzione dal 1994 ha ancora un design assolutamente attuale.

Giano è la scrivania direzionale per il presidente che si vuole distinguere, il suo design è unico: niente del genere sul mercato.

Una scrivania che farà emergere la personalità eclettica del tuo superiore e la sua voglia di essere più bravo della concorrenza.

Giano è disponibile  sia con il top in legno che in pregiato cristallo.

Scrivania direzionale Giano: lunghezza 180 cm o 200 cm x 90 cm di profondità

Può essere completata con cassettiera su ruote con 3 cassetti e allungo laterale posizionabile a destra o a sinistra.

Il punto di forza dell’ufficio Giano Metal è “l’unicità come fattore distintivo”, che la nostra scrivania, come la fuoriserie tedesca, dà a chi la utilizza.

👉

 

SCRIVANIA DIREZIONALE GIANO WOOD: SEMPLICITA’ E DECISIONE

gianowood-direzionale

E’ la giusta scrivania per chi vuole trasmettere professionalità e rigore.

Giano wood ha un design lineare per gli amanti dello stile classico dove il legno è predominante.

Scrivania direzionale Giano: lunghezza 180 cm o 200 cm x 90 cm di profondità

Può essere completata con cassettiera su ruote con 3 cassetti e allungo laterale posizionabile a destra o a sinistra.

 

Organizzazione dell’ambiente

Di solito gli uffici dirigenziali sono di dimensioni superiori alla media, ma direi che questa regola vale in ogni caso, non riempire l’ambiente in modo eccessivo, perché oltre a dare un’idea di confusione, rischi di rimpicciolire lo spazio percepito. D’altro canto non lasciare semivuoti ambienti molto grandi: non sono accoglienti e mettono a disagio chi ci entra per la prima volta.

Il giusto equilibrio tra dimensioni e numero di arredi renderà l’ambiente più piacevole e confortevole.

 

Oltre alla scrivania: arredi e oggetti d’arredo

Ricordati quindi di non riempire l’ambiente con troppi mobili, ma vediamo quali sono quelli che non devono mancare. Oltre alla scrivania presidenziale scegli una bella libreria, con finiture di pregio e in linea con il resto degli arredi. La libreria è un pezzo forte della scenografia dell’ufficio, non tanto per la sua struttura ma per gli oggetti che si scegli di metterci sopra; personali o di lavoro, raccontano molto della personalità del proprietario. Forse per deformazione professionale, ma guardo sempre le librerie che stanno alle spalle di giornalisti o professionisti di ogni genere intervistati alla televisione; si vedono alcune librerie con i libri ordinati per dimensioni e con gli oggetti posizionati a distanze regolari, altre strabordanti libri e fascicoli e un giudizio sul proprietario, positivo o negativo che sia, è inevitabile.

 

A meno che non ci siano esigenze particolari, gli oggetti che si posizionano sulla libreria dovrebbero essere quelli di una vita, che si collezionano per interesse, piacere o meriti. I libri non devono essere assolutamente comprati a peso per riempire spazi vuoti, meglio pochi ma quelli che più rappresentano la vita passata e presente e che magari fanno anche buona compagnia.

 

Assolutamente sì a una bella foto di famiglia all’interno di una cornice importante.

 

Con la scrivania direzionale e con la libreria si può giocare anche con i contrasti di stile: design moderno e mobile antico. Questa scelta, quando ben fatta, rende l’arredo ufficio molto raffinato.

 

Per chi se lo può permettere, il quadro di un pittore quotato ad una parete è sempre visto positivamente; chi investe i suoi guadagni nell’arte è percepito come uomo sensibile, di cultura oltre che professionalmente “arrivato”.

 

Illuminazione della scrivania del boss

La luce ha un ruolo fondamentale. Se ci sono grandi vetrate l’effetto è sicuramente unico e preferibile a una stanza buia, con illuminazione completamente artificiale.

 

Il colore della luce artificiale, per gli spazi poco illuminati o per le ore serali, deve essere bianco freddo, che è adatto a un luogo di lavoro dove la vista, molto sfruttata, deve avere una quantità di luce adeguata.

 

Punti luce di design, non mettere applique banali ed economiche pensando che nessuno ci faccia caso. Se sono necessari molti punti luce all’interno dell’ufficio scegli uno stile essenziale, mentre se è uno solo puoi puntare anche sul grande effetto di una mega lampadario. Oggi ce ne sono molti in commercio a prezzi abbordabili.

 

Scrivania dirigenziale: online o in negozio?

A chi ti affidi per l’acquisto? Sceglierai l’online che ormai dà garanzie al 100% o ti recherai personalmente da un rivenditore della tua zona?

 

Ecco il mio consiglio: visita prima i siti dei maggiori produttori di arredo ufficio, è veloce e ti permette di visionare molte soluzioni, inoltre rispondono velocemente a dubbi e domande. Poi fatti fare un preventivo, on line il prezzo può essere davvero interessante.

 

Se non sei soddisfatta, recati in negozio e chiedi al negoziante, ma sono sicuro che la maggior parte di voi tornerà all’online.

 

Con Linekit realizzare un ufficio direzionale che rispecchi il brand dalla tua azienda è molto più facile di quello che immagini.

quale-scrivania-scegliere-per-studio-ufficio

 

Sei un imprenditore e cerchi una scrivania? In questo articolo scopri quali sono le migliori opzioni del momento per trasformare la tua scrivania in un vero e proprio venditore di successo. Caro lettore o cara lettrice, se anziché essere un imprenditore tu fossi un professionista sarà più interessante affrontare la questione in un’altra pagina di questo sito: abbiamo infatti scritto un articolo su misura per te! Un altro post tratta invece l’argomento da una diversa prospettiva: quella della segretaria incaricata di provvedere all’arredamento aziendale che desidera portare a termine la missione nel miglior modo possibile! Se sei la segretaria dell’azienda ti consigliamo di cliccare qui per leggere quest’altro articolo.

 

Ecco le postazioni, che non possono mancare in un’azienda di successo.

• Scrivania per reception: è il biglietto da visita che mostriamo ai clienti quando arrivano nei nostri locali. Deve essere un punto forte sia in termini di design che di praticità, perché non sarà solo un luogo di pubbliche relazioni ma anche una postazione di lavoro vera e propria. 📐 L’ampiezza degli spazi da arredare e le funzioni precise a cui verrà deputata influenzano la scelta di forma e dimensioni.
• Scrivania per impiegati: comodità, piacevolezza ed efficienza sono necessarie a chiunque lavori per molte ore alla stessa postazione. È importante essere produttivi ma lo è anche lavorare con il sorriso. Costruire un ambiente di lavoro sano e gioioso è l’anticamera del successo. 📐 Per fondere efficienza e comodità l’ideale è larghezza cm 140/160/180, profondità cm 60/80 e altezza cm 74.
• Scrivania per imprenditori: è il luogo da cui prendono vita i sogni, quindi deve rispecchiare il carattere e i progetti di chi la utilizza, senza tralasciare un messaggio importante: qui si fa sul serio. 📐 Sognare richiede spazio: larghezza cm 180/200, profondità cm 90 e altezza cm 74 sono ottimi punti di partenza.
• Tavolo riunioni: 📐 Il genere di riunioni che si pensa di organizzare e lo spazio da arredare influiscono molto sulla scelta del modello ideale, in ogni caso bisogna ricordare l’importanza della comodità di seduta che si vuole offrire agli ospiti.

 

🔻Come aumentare gli affari parlando meno

 

Fare un salto di qualità imprenditoriale richiede ambizione, visione, competenza e coraggio. Se per te è arrivato il momento di aprire una nuova azienda o di ampliare quella che già possiedi, devi considerare l’arredo dei tuoi nuovi locali ricordando che l’ambiente di lavoro è importante.

 

I dipendenti passano molte ore in ufficio e devono potersi sentire a proprio agio. Solo così potranno dare il massimo e vivere il lavoro con gioia e orgoglio.

 

Tu hai bisogno di concentrarti sull’avviamento e la produttività della tua impresa. Per poter contare su tutto il supporto tecnico e tecnologico che ti serve, ogni cosa deve essere al proprio posto e pronta ad affiancarti nello sviluppo delle tue idee. L’arredamento è una parte fondamentale del modo in cui vivi la tua impresa: è importante che sia accogliente, gradevole, funzionale ed efficiente. Gli spazi devono essere gestiti in maniera ottimale per il presente, senza però tralasciare la possibilità di un eventuale ulteriore ampliamento futuro: d’altra parte l’obiettivo è crescere!

 

I clienti poi, quando vengono a trovarti in azienda, devono poter respirare un ambiente che rispecchia la personalità dei prodotti o dei servizi che cercano. Ecco quindi che scegliere i nuovi arredi diventa quasi parte della strategia aziendale.

 

🔻Come scegliere le scrivanie perfette per la tua azienda

 

Definire gli spazi lavorativi dell’azienda dà inizio alle attività dell’impresa e valorizza la personalità del luogo in cui si svolgeranno le mansioni che daranno l’impulso alla produttività di tutti i fattori che concorrono al successo del progetto.

 

Quando gli ambienti da arredare sono numerosi, bisogna considerare la dimensione delle stanze, lo scopo a cui sono adibite e la relazione che c’è tra i vari passaggi della catena produttiva. Non bisogna però scordare l’importanza dell’immagine che trasmettiamo al pubblico che ci viene a trovare in sede.

 

Ogni stanza ha uno scopo e in base a quello deve essere arredata. È logico pensare che dopo essere passati dall’accoglienza, i clienti abbiano un percorso da fare che varia in base allo scopo della visita. Un fornitore può dover consegnare del materiale e poi passare in amministrazione per sbrigare pratiche burocratiche, un partner può aver bisogno di confrontarsi con il titolare o con un manager e tu potresti aver bisogno di organizzare riunioni con i tuoi capi area o con clienti importanti.

 

Ogni spazio deve permettere a te e ai tuoi dipendenti di dare sempre il massimo. Quale messaggio vuoi trasmettere a partner, collaboratori e clienti? È importante deciderlo a priori se vuoi che sia l’ambiente a parlare per te. Immagina l’espressione dei tuoi dipendenti quando varcheranno per la prima volta la soglia dei nuovi locali. Non stai arredando un ufficio, stai costruendo una squadra.

In ogni squadra ci sono ruoli differenti

 

Dopo aver fatto una panoramica, vediamo nel dettaglio ogni singola postazione.

 

🔻Scrivania per reception

 

È la prima cosa che si vede entrando e ha una funzione centrale nella vita dell’azienda: accoglie i clienti e i dipendenti in egual misura, smista le telefonate, indirizza le persone ai reparti di pertinenza e in generale si può dire che vegli su tutti.

 

È importate che abbia un design gradevole ed efficiente, perché l’impiegato alla reception deve riuscire a districarsi tra numerose funzioni che a volte richiedono la sua attenzione nello stesso momento. Immagina il telefono che squilla, un partner in attesa, una mail urgente in arrivo e un corriere che deve recapitare un pacco. Tenere tutto sotto controllo, mandare avanti il lavoro e dare un’immagine di efficienza e cortesia sono gli obiettivi principali che bisogna raggiungere attraverso la scelta di una buona scrivania per reception. Si tratta di un ruolo chiave – a volte sottovalutato – che fa la differenza sull’immagine e sul fatturato di un’azienda.

 

Non ti resta che valutare lo spazio da arredare, le mansioni che affiderai alla persona che occuperà questa postazione e il messaggio che vuoi far trasparire dal design che sceglierai. In ogni caso è bene dare continuità allo stile con cui arrederai ogni stanza.

 

quale-scrivania-scegliere-per-studio-ufficio
Scrivania AVANT CRISTALLO

✔ Dimensione totale: 201,7 x 162,8 x h 110 cm.

✔ Dimensione reception: 160 x 160 x h 110 cm.

✔ Dimensione archiviazione laterale: 80 x 41,7 x h 111 cm.

✔ Dimensione pannello chiusura: 79,6 x 2,8 x h 111 cm.

✔ Una reception elegante e funzionale esprime il valore di un’impresa.

✔ Modulare, è adatta per piccole e grandi reception.

 

🔻Scrivanie per impiegati

 

Un ambiente accogliente, tecnologia all’avanguardia, postazioni di lavoro ergonomiche e di design, sono le premesse perfette per mettere ogni dipendente nelle condizioni ideali per svolgere le proprie mansioni con efficacia e soddisfazione.

 

Anche se ogni impiegato è impegnato su fronti differenti, a volte complementari e a volte su livelli gerarchici diversi, il punto di partenza più efficace li vede tutti alla pari di fronte all’imprenditore che se ne prende cura allo stesso modo riconoscendo il valore di ogni ruolo, dal più semplice al più complesso.
Scegliere il giusto tipo di scrivania per ogni dipendente trasmette la cura per i dettagli e la chiara percezione dell’importanza del contributo di ognuno.

 

Chi si occupa di amministrazione ad esempio ha una grossa responsabilità – i flussi di cassa in entrata e in uscita hanno il potere di dare o togliere ossigeno all’azienda –, per questo motivo deve poter lavorare in tutta tranquillità e riuscire a dedicarsi alla parte più importante del proprio ruolo: tenere vivo il flusso di denaro in entrata e in uscita.

 

Essere un bravo imprenditore significa anche essere un leader, prendersi cura degli altri e saper creare una squadra di lavoro efficace.

 

🔵 La scrivania elevabile in altezza è un’opzione moderna e salutare che permette a chi la utilizza di mantenere una posizione ottimale.

 

quale-scrivania-scegliere-per-studio-ufficio
SWING 7020 con cassettiera

✔ Dimensione scrivania: 160 x 80 x h 75 cm.

✔ Dimensioni cassettiera: 42,5 x 53,2 x h 56,5 cm.

✔ Ergonomia, efficacia ed efficienza sono alla base di questo modello.

✔ La cura del dettaglio non è solo estetica, è anche salute.

✔ 5 finiture di piani e 2 per la struttura per scegliere quella più adatta al tuo studio.

 

🔻Scrivanie per imprenditori

 

Far decollare un’impresa è un impegno importante, ecco perché devi avere la possibilità di concentrarti al massimo su ogni fase della tua catena produttiva. Ciò che ti serve deve essere a portata di mano, gli spazi su cui lavori devono favorire la creatività e il problem solving, devi poter appoggiare gli strumenti di cui ti servi e per quanto possibile ti devi sentire ispirato da ciò che ti circonda.

 

È vero che alcuni geni dei nostri tempi hanno iniziato la loro scalata al successo dentro a un garage, ma appena hanno potuto si sono costruiti uno spazio di lavoro su misura. Lo stesso vale per te: per concepire grandi idee devi avere uno spazio mentale adeguato.

 

È importante che clienti, dipendenti, fornitori e partner abbiano del tuo ufficio un’immagine emblematica, ed è ancora più importante che tu senta di appartenere a quel luogo quasi come se fosse una seconda casa, un punto di ritrovo in cui potresti addirittura incontrarti con amici e colleghi – magari di fronte a uno spuntino – per fare in modo che il lavoro diventi anche aggregazione.

 

Scegli una scrivania che dica chi sei, cosa vuoi e che sei certo di arrivare al traguardo, posizionala al centro della stanza e fai girare il tuo mondo professionale intorno a quel tuo spazio creativo.

 

quale-scrivania-scegliere-per-studio-ufficio

SCRIVANIA TWIST 180

✔ Dimensione: 180 x 90 x h 73,5 cm.

✔ Linea Direzionale consigliata dagli Architetti.

✔ Personalità ed eleganza sono indispensabili a un imprenditore di successo.

✔ Top in pregiato cristallo spessore mm.10.

 

🔻 Tavolo per riunioni

 

La maggior parte delle imprese trae la propria energia dalla collaborazione di più persone e dall’intreccio di più fasi produttive. Affinché la comunicazione verticale e orizzontale sia efficace, è necessario che l’azienda possieda una sala riunioni in cui pianificare le strategie, verificare l’andamento delle attività e apportare le correzioni necessarie. Ancora una volta, per dare il giusto impulso, è importante scegliere un tavolo che accolga un numero di persone adeguato alle esigenze e che offra un po’ di margine nel caso di un’ulteriore crescita.

 

Un tavolo scelto a questo scopo deve essere solido, resistente e semplice da pulire, ma allo stesso tempo deve mantenere una coerenza di stile con il design scelto per le altre stanze e non dimenticare l’importanza di una comoda seduta per i partecipanti.

 

quale-scrivania-scegliere-per-studio-ufficio

TWIST/SWING

✔ Dimensioni 120×120 cm, 8-10 persone nella versione 240×120 cm e 14-16 persone in quella 360×120 cm.

✔ Top in nobilitato melaminico nelle finiture bianco lucido, bianco, grigio, acero, rovere, wengè.

✔ Spessore 28 mm, bordi in abs di spessore 2 mm.

✔ Gamba “tripod” in tubolare metallico a sezione rettangolare elettrosaldato e verniciato a polveri epossidiche nelle finiture bianco e alluminio.

 

Importante

 

L’ultima cosa che ti resta da fare, dopo aver scelto le scrivanie e i tavoli che fanno al caso tuo, è affidarti al servizio di assistenza che forniamo ai nostri clienti per concordare tempi di consegna rapidi e sicuri.

 

Linekit è leader nel settore dei mobili da ufficio; abbiamo scelto di proporre i nostri prodotti online per raggiungere i clienti ovunque si trovino e per avere la possibilità di mantenere prezzi competitivi per arredi di grande qualità.

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista

Se stai pensando di rinnovare l’arredamento del tuo ufficio e vuoi fare la scelta giusta, questo articolo ti presenta i tipi di scrivanie tra cui scegliere: quelle più adatte alle tue esigenze professionali e quelle che non fanno al caso tuo. Prima di incominciare considera che, se sei stata incaricata di acquistare una scrivania dal tuo capo, questo non è l’articolo adatto a te, ma clicca qui. Se, invece, sei un imprenditore ti consiglio di leggere questo altro articolo scritto esclusivamente per te.

 

Per scegliere le scrivanie perfette per il tuo studio, devi partire dai ruoli delle persone che le occuperanno. Le principali categorie di utilizzo, nell’ordine in cui le incontra un potenziale cliente entrando nel tuo studio, sono:
• Scrivania per reception: accoglie i clienti con stile ed eleganza senza dimenticare la necessità di essere funzionale. Le sue dimensioni variano in base a spazi, arredi e mansioni da svolgere. 📐 Forma, design e dimensioni si prestano ad essere flessibili e mutevoli in base alle esigenze.
• Scrivania per liberi professionisti: il design scelto esalta personalità e professionalità del titolare, motivo per cui deve essere al tempo stesso elegante e autorevole. 📐 Larghezza cm 180/200, profondità cm 90 e altezza cm 74 sono le dimensioni più indicate allo scopo.
• Tavolo riunioni: 📐 Le dimensioni variano in base alle necessità del singolo professionista, in ogni caso, se lo spazio lo permette, è bene scegliere un modello spazioso che garantisca il maggior numero di ospiti possibili. Inoltre non bisogna mai sottovalutare l’importanza di una seduta confortevole.
• Scrivania per impiegati: sono necessari spazio per lavorare in comodità ed efficienza, cassettiere e contenitori per tenere tutto in ordine e un design in linea con lo stile dello studio. Il modo in cui ti prendi cura dei tuoi dipendenti rivela molto di te e influisce sulla produttività. 📐 Larghezza cm 140/160/180, profondità cm 60/80 e altezza cm 74 sono le scelte più in voga negli studi professionali.

 

🔻Come scegliere la scrivania giusta per il tuo ufficio

Organizzare o riorganizzare gli spazi e gli arredi del proprio ufficio non è un’attività banale, anzi, è molto importante. Non basta scegliere il modello e il colore che ci piacciono di più o che meglio si abbinano alle tinte delle pareti, bisogna anche considerare altri fattori.

 

L’ufficio può essere composto da una sola stanza o da più ambienti, e la natura della professione che svolgi è fondamentale per comprendere quale tipo di arredamento sia più adatto ad accogliere il tuo pubblico. Presentarsi con l’approccio sbagliato può mettere a rischio l’acquisizione di un cliente o rendere sgradevole la sua esperienza.

 

Pensa alla privacy necessaria a un professionista che tratta temi delicati; non potrebbe mai condividere la stanza con altre persone, perciò è necessario riflettere bene sulla destinazione d’uso di ogni ambiente.


Acquistare una scrivania non significa solo organizzare uno spazio di lavoro, ma anche mandare un messaggio: cosa vuoi trasmettere ai tuoi clienti? Come vuoi che si sentano quando li accogli? In che modo puoi rendere chiara la gerarchia all’interno del tuo ufficio?

 

Partire dalla scelta della tua scrivania è fondamentale perché è intorno a lei che si andrà a creare il resto dell’ambiente. Come utilizzerai la tua scrivania? Quanto spazio ti serve per appoggiare il computer, per studiare le pratiche di cui ti occupi e per accogliere i tuoi clienti? Che tu voglia arredare un ampio studio o una singola stanza, la cosa importante è che tu metta a fuoco le tue esigenze sia dal punto di vista pratico che comunicativo.

 

🔻Scrivanie per liberi professionisti

Il libero professionista è, a tutti gli effetti, il titolare della propria impresa e per questo deve prestare molta attenzione al modo in cui si presenta ai clienti, perché la scrivania rappresenta il prodotto di punta da vendere: sé stesso.

 

Sì sa, nel business la prima impressione è fondamentale. Ogni persona che entrerà nel tuo studio – prima ancora che iniziate a parlare – si farà un’idea precisa della tua professionalità solo guardandosi intorno. La dura legge del mercato richiede un’immagine solida, stabile, di successo, e il modo migliore per trasmetterla senza ostentarla è accogliendo i clienti in un ambiente signorile che si distingua a colpo d’occhio.

 

L’arredamento è importante perché parla di te, del tuo gusto, dei tuoi valori e del tuo valore.
Vuoi fare un salto di qualità professionale nel nuovo studio? Vuoi valorizzare le tue competenze e raccogliere i frutti di numerosi anni di studi? Presentati ai tuoi potenziali clienti con a scrivania giusta e riceverai l’attenzione (e il credito) che meriti.

 

Per ottenere un effetto davvero efficace cerca di mettere in risalto la scrivania – possibilmente di pregio, elegante e al tempo stesso di design – posizionandola al centro dell’attenzione, meglio ancora se abbinandola al resto dell’arredo e ai colori che identificano il tuo brand personale.

 

La scrivania è il tuo regno, il “luogo” in cui dimostri le tue abilità, in cui ricevi i clienti, li assisti nelle loro necessità, entri in negoziazione con loro e fornisci i tuoi preventivi; è bene che i tuoi clioenti percepiscano chiaramente il valore di chi si trovano di fronte e una scrivania anonima certamente non ti può essere d’aiuto in questo. Inoltre una scelta che rispecchi il tuo gusto personale ti farà sentire a tuo agio dandoti modo di essere al meglio per i tuoi clienti.

 

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista

SCRIVANIA TWIST 180

✔ Dimensione: 180 x 90 x h 73,5 cm.

✔ Linea Direzionale consigliata dagli Architetti.

✔ Design moderno ed elegante per il professionista che si vuole presentare al meglio.

✔ Top in pregiato cristallo spessore mm.10.

 

🔻 Tavolo per riunioni professionali

Qualunque sia il tipo di professione che svolgi, prima o poi arriva sempre il momento in cui devi gestire un colloquio con più di una persona. Pensa ad esempio agli avvocati che si trovano spesso a negoziare o a mediare le posizioni dei propri clienti e delle rispettive controparti ma esempi simili esistono in ogni ambito professionale. Un ambiente confortevole mette tutti a proprio agio e getta le basi per incontri proficui.

 

Le opzioni possono essere molte ma le variabili principali da prendere in considerazione per scegliere il giusto tavolo da riunioni riguardano il numero di persone che desideri ospitare, le dimensioni della stanza in cui lo posizionerei, eventuali altri arredi presenti e il tipo di meeting che pensi di gestire.

 

In ogni caso, trattandosi di un tavolo che verrà utilizzato da più persone e in vari contesti, è consigliabile che la scelta ricada su un materiale che resista agli urti e all’usura e che sia facile da pulire.

 

La scelta di una forma ovale inoltre permette di ottimizzare lo spazio aumentando il numero massimo dei partecipanti.

 

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista

TWIST/SWING

✔ Dimensioni 120×120 cm, 8-10 persone nella versione 240×120 cm e 14-16 persone in quella 360×120 cm.

✔ Top in nobilitato melaminico nelle finiture bianco lucido, bianco, grigio, acero, rovere, wengè.

✔ Spessore 28 mm, bordi in abs di spessore 2 mm.

✔ Gamba “tripod” in tubolare metallico a sezione rettangolare elettrosaldato e verniciato a polveri epossidiche nelle finiture bianco e alluminio.

 

🔻Scrivania per reception

 

Anche per un libero professionista, avere un bel desk di accoglienza è un ottimo biglietto da visita. A meno che tu non lavori da solo, la reception è la prima cosa che un cliente vede entrando nel tuo studio, perciò è bene che sia funzionale e al tempo stesso in linea con lo stile dell’arredamento.

 

Si tratta di una vera e propria postazione di lavoro in cui la segretaria o chiunque sia in accoglienza deve poter svolgere alcune funzioni importanti: gestione degli appuntamenti, registrazione degli ospiti in caso di grandi o piccoli eventi, disbrigo di pratiche amministrative e attività di customer care che, se ben gestite, hanno un grande impatto a livello di fatturato nell’ambito di qualunque tipo di professione.

 

La scelta del modello adatto dipende dalle dimensioni dello spazio da arredare, dalle funzioni che si dovranno svolgere presso la postazione e dal messaggio che si desidera mandare. È importante che ci sia coerenza tra ciò che il cliente vede entrando nello studio e l’esperienza che farà passando da un ambiente all’altro.

 

Se vuoi lasciare il segno inizia da una reception importante, il design che scegli è fondamentale.

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista
Scrivania AVANT CRISTALLO

✔ Dimensione totale: 201,7 x 162,8 x h 110 cm.

✔ Dimensione reception: 160 x 160 x h 110 cm.

✔ Dimensione archiviazione laterale: 80 x 41,7 x h 111 cm.

✔ Dimensione pannello chiusura: 79,6 x 2,8 x h 111 cm.

✔ Un’accoglienza di prestigio valorizza la tua l’immagine professionale.

✔ Modulare, è adatta per piccole e grandi reception.

 

🔻Scrivanie per impiegati

Se nel tuo studio lavorano impiegati o collaboratori che ti coadiuvano nello svolgimento delle attività, devi pensare anche a loro, alla postazione più adatta alle loro esigenze, al modo in cui si inseriscono e distribuiscono nello spazio e al messaggio che mandano. Ancora una volta è consigliata la definizione di uno stile che sia riconoscibile e coerente con il messaggio che vuoi dare come professionista.

 

Inoltre, se vuoi che i tuoi collaboratori siano efficaci ed efficienti, devi fare in modo che la loro postazione di lavoro sia gradevole e funzionale. Dalla tua scelta si evince l’importanza che attribuisci al loro lavoro.

 

La libera professione, di qualunque genere sia, è fatta innanzitutto di relazioni, e prima ancora che con i clienti, con i collaboratori. Valorizzarli è giusto oltre che funzionale. Scegli per loro una scrivania che li faccia sentire a proprio agio ed esprimere al meglio.

 

🔵 La scrivania elevabile in altezza è un’opzione moderna e salutare che permette a chi la utilizza di mantenere una posizione ottimale.

 

quale-scrivania-scegliere-libero-professionista

SWING 7020 con cassettiera

✔ Dimensione scrivania: 160 x 80 x h 75 cm.

✔ Dimensioni cassettiera: 42,5 x 53,2 x h 56,5 cm.

✔ Estetica e praticità diventano una cosa sola.

✔ L’eleganza non è mai stata così originale.

✔ 5 finiture di piani e 2 per la struttura, per scegliere quella più adatta al tuo studio.

 

🔻Conclusioni

Ora che hai tutte le informazioni che ti servono per soddisfare ogni esigenza del tuo studio, non ti resta che scegliere l’opzione migliore per te e per i tuoi collaboratori.

 

Linekit è un’azienda leader nel settore dei mobili da ufficio; la qualità dei suoi prodotti è sempre accompagnata da una vasta scelta e dalla garanzia di una consegna rapida e sicura. Quando si è pronti per un cambiamento è inutile aspettare: inizia subito l’attività o rinnova il tuo studio giusto in tempo per il prossimo appuntamento!

 

Design, eleganza, funzionalità, rapidità ed efficienza sono le principali caratteristiche dei nostri prodotti, in una parola: ottimizzazione.

 

Scegli i prodotti Linekit per trovare la soluzione che fa per te.

roberto-lucchi

In questo articolo scopri quali sono i tipi di scrivanie in commercio, quali considerare per l’azienda in cui lavori e quali evitare a ogni costo. Se non sei stata incaricata dal tuo capo, ma sei un professionista leggi questo articolo, se invece sei un impenditore e cerchi una scrivania non perderti questo.

 

Per capire quale scrivania comprare bisogna anzitutto considerarne la funzione. Esistono 4 principali tipi di scrivania che puoi acquistare per il tuo ufficio:

  • Scrivania per manager e liberi professionisti: meglio se dotata di finiture di pregio e design di impatto, deve essere solida e trasmettere autorevolezza e professionalità
    📐Tipicamente larghezza cm 180/200, profondità cm 90, altezza cm 74.
  • Scrivania per impiegati: un top sufficientemente spazioso per gestire computer e cartaceo senza perdere tempo. Per lavorare efficienti e produttivi organizzazione è la parola d’ordine: cassetti, ripiani e accessori per il digitale così ogni cosa sarà al suo posto. 
    📐Tipicamente larghezza cm 140/160/180, profondità cm 60/80, altezza cm 74.
  • Scrivania per reception: gioca la sua carta vincente con l’immagine, senza però tralasciare lo spazio per le diverse attività di gestione del desk, le dimensioni possono variare a seconda dello spazio a disposizione e dello stile dell’ambiente.
    📐Le dimensioni, in questo caso, sono le più disparate.
  • Tavolo riunioni: 📐necessariamente di grandi dimensioni e con un design moderno, assolutamente dotato di sedute comode.

 

🔻Come scegliere una scrivania

 

L’ufficio inteso come il singolo locale o l’insieme di ambienti in cui svolgiamo la nostra professione, o parte della nostra attività produttiva può essere organizzato e arredato in molti modi diversi, ma anche nel modo sbagliato, e spesso succede così.

 

Acquistare una postazione di lavoro per l’azienda che ti ha incaricato potrebbe sembrare banale e semplice, ma se vuoi trovare la scrivania che meglio si adatti alle esigenze della dirigenza o di quella dei tuoi collaboratori, e con adatta intendo adeguata alle diverse necessità, non basta scegliere il modello con la finitura che meglio si accosta alla tinta delle vostre pareti o quello che semplicemente più ti piace.

 

L’acquisto dell’arredo per ufficio deve sempre partire dalla scrivania; una volta fatta la scelta più adeguata, cioè pensando alla persona che ci deve lavorare e alle sue mansioni, si procede con il resto.

 

Ci sono alcune attività professionali che hanno un unico ufficio, nel senso che hanno a disposizione una sola stanza e tutto si svolge lì, accoglienza e prestazione del servizio.

E’ il caso dell’ufficio di pratiche auto dove mi sono recato qualche settimana fa.

In un’unica grande stanza c’erano il desk con l’impiegata da un lato e dall’altro le sedie per l’attesa del proprio turno.

Questa è una soluzione molto economica ma adatta alle attività di disbrigo di pratiche veloci “da sportello”, che non richiedono consulenza, privacy o incontri più strutturati.

 

Le aziende o gli studi professionali, invece, necessitano di uffici con più locali perché hanno molti dipendenti, perché hanno bisogno di spazi dedicati all’accoglienza, per la necessità di fare riunioni o incontri in assoluta privacy etc.

 

Va da sé che, se l’obiettivo del tuo capo è quello di avere un’immagine autorevole e solida, maggiori saranno gli investimenti in spazi e allestimenti che dovrà sostenere.

 

Quando pensi a come arredare il nuovo ufficio dell’azienda in cui lavori o di rimodernarlo, devi fare la scelta che ti permetterà di dare risalto al posto in cui lavori, anche se è una piccola attività e avevate pensato di fare tutto in economia; un ufficio curato e organizzato vi farà percepire come affidabili e stai sicura che è uno degli aspetti che ancora colpisce di più gli altri.

 

Ha molto senso che l’azienda non si prenda cura solo del sito internet. Hanno fatto bene ad incaricarti e tu sei proprio nel posto giusto per capire quale scrivania comprare: grazie ai consigli che seguono, infatti, sarai in grado di rendere davvero efficiente e confortevole il luogo dove lavorate, sarà più facile comunicare a tutti e in modo efficace i valori e la mission che vi rappresentano e l’immagine aziendale che davvero vi rappresenta.

 

🔻Scrivanie per manager e liberi professionisti

 

Nel caso in cui la tua missione speciale sia quella di riorganizzare l’ambiente di lavoro del tuo capo o di un altro dirigente, è utile sapere che l’ufficio di un manager deve avere una scrivania con finiture di pregio e un design di impatto.

Elegante, raffinata, solida deve trasmettere autorevolezza e professionalità.

Deve essere posizionata al centro della stanza, o al centro della parete per non risultare di secondaria importanza.

 

Un professionista affermato o un manager che guida saldamente un’azienda hanno a disposizione il  tempo di un incontro per dimostrare le loro capacità, se non altro almeno quello del primo incontro.

La loro scrivania, invece, deve fare subito colpo, deve farli percepire capaci e competenti prima ancora che abbiano iniziato a parlare, e la giusta scrivania sicuramente è in grado di farlo; poi, il resto, lo devono dimostrare, ma l’ambiente giusto con una scrivania importante li farà partire avvantaggiati e chi sarà seduto dall’altra parte si sentirà proprio nel posto giusto.
Piacere agli altri, essere riconosciuti come competenti e capaci a colpo d’occhio è certamente la priorità di chi ti ha incaricato.

 

SCRIVANIA TWIST 180

scrivania-direzionale

Dimensione: 180 x 90 x h 73,5 cm
Linea Direzionale consigliata dagli Architetti.
Design moderno per un manager attento all’immagine.
Top in pregiato cristallo spessore mm.10.

 

🔻Scrivanie per impiegati

 

Come ben sai, una perfetta organizzazione del lavoro rende un ufficio più efficiente e produttivo.

Semplificare le azioni quotidiane deve essere l’obiettivo da raggiungere negli uffici dei tuo collaboratori e degli altri impiegati dell’azienda.

 

Mettere i tuoi colleghi nelle migliori condizioni per affrontare ogni giorno il loro lavoro e raggiungere i loro obiettivi è davvero un aspetto da non sottovalutare.

Le aziende sono fatte di persone e prendersi cura di quelle persone è l’unica strada per migliorare e far crescere un’azienda.

Ogni dipendente si sentirà una parte importante di essa e sarà riconoscente se potrà lavorare in un ambiente smart, comodo ed esteticamente piacevole, magari con le ultime novità in fatto di tecnologie da uffiocio per rendere il lavoro sedentario meno faticoso e stressante.

 

🔵 La scrivania elevabile in altezza, ad esempio, è una delle scelte che va proprio in questa direzione. Nella tua azienda lavorerete con più motivazione se investirete un po’ di budget in salute e benessere. La soddisfazione sarà massima per tutti.

 

SWING 7020 con cassettiera

 

scrivania-operativa

Dimensione scrivania: 160 x 80 x h 75 cm
Dimensioni cassettiera: 42,5 x 53,2 x h 56,5 cm
L’estetica si fonde con l’operatività
Design moderno ed originale, per un utente raffinato e mai banale.
5 finiture di piani e 2 per la struttura per scegliere quella più adatta al tuo ufficio.

 

🔻Scrivania per reception

 

Sempre più aziende scelgono una scrivania per reception che possa essere organizzata per attività di segreteria.

Non più un semplice desk per l’accoglienza ma una postazione di lavoro dove l’impiegato svolge diverse attività.

Le misure dipendono dallo spazio a disposizione e dallo stile che si vuole mantenere.

 

Direi che, per fare centro nella missione che ti hanno affidato, è bene che tu tenga a mente che la reception, soprattutto nelle aziende che producono innovazione, ricerca e sviluppo dovrebbe essere esteticamente impattante: è il pezzo forte sul quale, in molti casi, da un punto di vista di design, ti suggerisco di “osare di più”; anche a costo di tralasciare magari un po’ la praticità, darei più importanza all’impatto visivo che avrà su tutti coloro che varcheranno la vostra porta d’ingresso.

 

Scrivania AVANT CRISTALLO

 

bancone-reception-avant

Dimensione totale: 201,7 x 162,8 x h 110 cm
Dimensione reception: 160 x 160 x h 110 cm
Dimensione archiviazione laterale: 80 x 41,7 x h 111 cm
Dimensione pannello chiusura: 79,6 x 2,8 x h 111 cm
Accogli con classe e rafforza l’immagine della tua azienda.
Modulare, è adatta per piccole e grandi reception.

 

🔻 Tavolo per riunioni

 

Il tavolo per le riunioni si deve sempre scegliere in base alle dimensioni della stanza in cui verrà posizionato e all’uso che si prevede di farne: più grande è maggiore sarà la comodità di chi lo dovrà utilizzare.

Inoltre, il numero dei partecipanti potrebbe essere, a volte, maggiore di quello che si è ipotizzato. Consiglio uno stile essenziale, un top di un materiale resistente come il cristallo che evita graffi da pc o altri device, ed è facile da pulire.

Inoltre, una forma ovale aumenta il numero delle persone che vi si possono comodamente sedere. Ecco un esempio di quello che intendo:

 

TWIST/SWING

tavolo-riunione-swing-twist

Dimensioni 120×120 cm, 8-10 persone nella versione 240×120 cm e 14-16 persone in quella 360×120 cm.
Top in nobilitato melaminico nelle finiture bianco lucido, bianco, grigio, acero, rovere, wengè.
Spessore 28 mm, bordi in abs di spessore 2 mm.
Gamba “tripod” in tubolare metallico a sezione rettangolare elettrosaldato e verniciato a polveri epossidiche nelle finiture bianco e alluminio.

 

Ogni ufficio ha la sua scrivania, ora sta a te scegliere quella con le caratteristiche adatte alle tue esigenze e che si avvicina di più al tuo gusto.

 

Se ti affidi alla qualità e alla professionalità dei prodotti Linekit è impossibile sbagliare.

Theme Settings